Coibentazione tetto in legno

,

Coibentazione tetto in legno

Sicuramente il tetto è uno degli elementi più importanti di una casa ma anche il punto più delicato, il calore tende a salire e se non incontra la giusta resistenza, di un’ eccellente coibentazione tetto in legno o una buona coibentazione solaio purtroppo, si disperde.

Quindi a tal proposito occorre un buon isolamento termico della copertura, ecco che si parla di coibentazione tetto in legno.

Pertanto, per la realizzazione di un tetto in legno è fondamentale prendere in considerazione non solo gli elementi strutturali ma anche tutto ciò che concerne il pacchetto di isolamento tetto in legno esistente, caratterizzato a sua volta da un piano di appoggio, da elementi di tenuta all’aria, e da un isolante vero e proprio.

Il piano d’appoggio è quella struttura  sulla quale viene fissato lo strato di isolamento.

Una volta posizionato il piano di appoggio è fondamentale prendere in considerazione il rischio di fuoriuscita dell’aria dagli ambienti interni. Il rischio si annulla nel momento in cui si decide di adottare un piano di appoggio perlinato.  Bisogna poi provvedere a stendere un telo con la funzione di far uscire il vapore dall’abitazione. Infine un telo impermeabile.

Una volta installato il piano d’appoggio e gli elementi di tenuta all’aria in questo caso sarà possibile passare alla posa dell‘isolamento tetto in legno esistente o nuovo che sia.

La coibentazione tetto in legno va progettata, va definito l’involucro e la scelta e l’associazione dei materiali va fatta con cura ed attenzione. L’isolamento termico fatto a regola d’arte contribuisce a ridurre le perdite di calore verso l’esterno durante l’inverno e l’ingresso del calore in casa durante l’estate.

Perchè effettuare l’isolamento tetto in legno esistente?

Coibentazione tetto in legno

La risposta è molto semplice: coibentare un tetto migliora raffrescamento e riscaldamento e di conseguenza la spesa degli impianti sarà minore (aspetto da non sottovalutare). E’ stato appurato al riguardo che se l‘edificio è coibentato in maniera corretta si ottiene un risparmio energetico non di poco conto, che è all’incirca  del 20%.

L’importanza dell‘isolamento tetto in legno esistente si fa risentire soprattutto nelle mansarde e sottotetti, nelle ville isolate, negli appartamenti con soffitto alto o agli ultimi piani.

Affinchè un materiale isolante venga definito in quanto tale deve avere un basso valore di conducibilità. Questo significa in altri termini che il calore deve accumularsi facilmente e di conseguenza deve essere rilasciato il meno possibile.

Un’altra caratteristica che deve avere un buon isolante termico è il peso e il contenuto di umidità. Se questi due valori appena menzionati hanno un basso grado di valore, allora in questo caso l’isolante in questione è un ottimo materiale.

Ecco altre caratteristiche che deve possedere il materiale isolante:

  • deve risultare atossico
  • deve essere stabile, cioè non deve assolutamente essere inattaccabile da parte di microorganismi come parassiti o muffe
  • in caso di incendio deve essere capace di resistere al fuoco

Isolamento tetto in legno esistente

Coibentazione tetto in legno ventilato

I vantaggi che si possono ottenere possono essere svariati.. Primo fra tutti la durevolezza. Ebbene, il tetto in legno garantisce un’elevata durata nel tempo grazie ai trattamenti e alle tecniche di produzione.

In aggiunta il legno essendo un materiale totalmente naturale è in totale armonia con l’ambiente, quindi è capace di adattarsi a qualsiasi condizione climatica.

Ovviamente come è stato ribadito poc’anzi, il legno in sé, è un ottimo isolante termico. Ci sono tantissime soluzioni che si possono prendere in considerazione per coibentare al meglio la propria abitazione. Uno tra questi è il tetto ventilato.

E che dire invece dell’estetica e del design? Se la casa monta un tetto in legno l’abitazione acquista una certa bellezza, un certo fascino.

In aggiunta, grazie alle tantissime tonalità di colore disponibili in commercio è capace di adattarsi a qualsiasi tipologia di design.

Coibentazione tetto in legno ventilato

E’ stato comprovato che il miglior sistema di isolamento del tetto è la copertura ventilata. Essa consiste nel realizzare tra il manto di tegole e lo strato isolante sottostante una camera d’aria.

Grazie alla coibentazione tetto in legno ventilato si crea un movimento ascendente dell’aria dalla gronda verso il colmo.

Grazie a questo meccanismo di funzionamento lo spazio ventilato protegge l’abitazione dall’umidità in inverno, mentre durante la stagione estiva massimizza l’efficienza dello strato termoisolante.

Coibentazione solaio

La coibentazione solaio è un buon sistema tra l’altro abbastanza economico per isolare il tetto della nostra abitazione.

Con la coibentazione solaio possiamo evitare di fare l’isolamento sulle falde del tetto, tecnica sicuramente più costosa.

I materiali utilizzati per la coibentazione solaio sono:

  • pannello di poliuretano;
  • polistirene;
  • lana di roccia;
  • fibra di legno;
  • poliuretano a spruzzo.

Il costo di questi materiali incide per circa 10,00- 20,00 euro al metro quadro, per arrivare ad un lavoro compreso di manodopera di 30,00-60,00 euro al metro quadrato iva esclusa.

La tempistica lavorativa è abbastanza veloce, un solaio di 100 metri quadrati si realizza in 3-4 giorni lavorativi.

Se il sottotetto non è abitabile quella di fare la coibentazione solaio è sicuramente la scelta migliore.

A chi rivolgersi per effettuare la coibentazione tetto in legno?

Per poter eseguire una corretta coibentazione tetto in legno è di vitale importanza rivolgersi solo ed esclusivamente a personale specializzato in materia, in modo tale da garantire l’esecuzione dell’intervento a regola d’arte.

General Cover da decenni installa coibentazione tetto in legno e coibentazione solaio a Milano, Monza Brianza, Como, Lecco, Sondrio, Pavia, Lodi, Mantova, Cremona, Piacenza, Novara, Vercelli, Biella, Torino, Asti, Alessandria,Verbano-Cusio-Ossola, Varese, Bergamo, Brescia, Verona, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Parma.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *