Come migliorare la classe energetica di due livelliCome migliorare la classe energetica di due livelli

Aumentare l’efficienza di un edificio a livello di consumi, è un intervento che si può sempre eseguire, ma non tutte le azioni sono ugualmente efficaci.

Per migliorare il risparmio e la classe energetica della casa o del tuo ambiente di lavoro, scopri come fare: sopratutto se vuoi ottenere l’Ecobonus 110%!

Come si definisce e cosa influisce sulla classe energetica

Migliorare la classe energetica di due livelli, è il presupposto per ottenere la detrazione fiscale del 110% varata dal Decreto Rilancio – anche se ancora in fase di attuazione. Ma cosa sono esattamente le classi energetiche?

 

Si tratta di un valore che viene indicato da un’apposita certificazione, l’Attestato di Prestazione Energetica APE. All’interno di questo documento, redatto da un professionista tecnico abilitato, sono segnalati i dati necessari per qualificare la classe energetica di un immobile secondo le normative vigenti.

In totale sono definite dalla normativa vigente 10 classi energetiche.  La lettera G, è la peggiore in termini di risparmio energetico, fino alla A4, la più efficiente.

cosa influisce sulla classe energetica  

Si passa quindi in rassegna, dall’alto in basso, la serie di classi energetiche A4, A3, A2, A1, B, C, D, E, F, G.

Come calcolare classe energetica casa

Il calcolo della classe di efficienza energetica viene fatto in base ai consumi stimati. Per questo l’obiettivo di come migliorare la classe energetica di due livelli può essere raggiunto solo migliorando l’efficienza degli impianti o delle strutture di contenimento della dispersione.

 

Per stimare i consumi di un ambiente, di regola si parte dall’Indice di Prestazione Energetica Globale dell’edificio (EPgl, IPE, EPgl,nren).

Si valuta a livello di energia primaria non rinnovabile, e in pratica è un indice che indica quanta energia si consuma all’interno della casa o dello spazio di lavoro e condivisione.

Questo indice si esprime in Kwh/h per metro quadro, ovvero quanti chilowatt si consumano in quante ore, per ogni metro quadro e il tempo di riferimento è di 1 anno.

Se l’indice è più alto di 150 chilowatt allora il consumo è troppo alto, mentre sotto gli 80 kwh/mq allora già si può pensare di essere in una classe energetica buona. Sempre migliorabile, comunque!

Da cosa dipende la classe energetica

La maggior parte delle abitazioni ricadono in classi energetiche non troppo alte, anche perché in passato venivano utilizzati materiali poco adatti al contenimento dei costi e della dispersione di calore o fresco.

Anche le soluzioni adottate a livello di impiantistica non erano adeguate al risparmio di energia.

Se ci si chiede da cosa dipende la classe energetica, quindi, si deve partire dai consumi e valutare lo stato attuale dell’edificio dal punto di vista strutturale.

 

In questo momento, è possibile correggere le situazioni meno “performanti” grazie alle possibilità fornite dall’Ecobonus.

L’investimento si può recuperare in poco tempo tramite le detrazioni Irpef 110%, oppure subito, grazie alla cessione del credito d’imposta Superbonus di cui abbiamo parlato sul nostro blog.

 

Vediamo, quindi, cosa influisce sulla classe energetica e come migliorarla di due livelli, passando magari da una classe G a una E, oppure da una D a una B – nei casi dove le prestazioni sono ridotte, altrimenti si può aspirare anche a passare da una A1 ad una A3!

 

Quanto costa migliorare classe energetica

Oltre al risparmio economico e al vantaggio ecologico, un intervento per migliorare la classe energetica può aumentare il valore dell’immobile.

Il rapporto tra i costi e i vantaggi va valutato, ed è sempre relativo agli interventi da eseguire.

 

Ci sono, infatti, interventi di riqualificazione energetica convenienti e altri necessari e vantaggiosi solo a lungo termine.

Anche se, grazie all’Ecobonus, molti di questi cambiamenti saranno più facili da attuare!

 

Miglioramento con materiali

  • Isolamento termico tramite copertura – la coibentazione del tetto o della copertura dell’edificio è il massimo in termini di benefici, anche se i costi non sono sempre economici. Dipende se devi demolire anche le tegole o posare isolanti particolari.  Di regola il costo per l’isolamento del tetto è circa 150 Euro al metro quadro. Un intervento che riesce a migliorare la classe energetica in modo sostanzioso, almeno di 60 Kw/h al mq.
  • Sostituzione infissi – il risparmio energetico è altissimo, dato che spesso spifferi e finestre poco isolanti creano una dispersione termica enorme. L’installazione di finestre con doppio vetro a bassa emissione è di circa 400 Euro al mq, e dipende molto dal materiale delle finestre. Grazie alla sostituzione infissi, però, il risparmio annuo è di circa 30 Kw/h al mq.
  • Cappotto termico – il rivestimento globale dell’edificio è un intervento importante dal punto di vista del risparmio energetico. Il cappotto termico può essere sia interno sia esterno, e si può realizzare ad un costo solitamente intorno ai 40-60 Euro al mq, a seconda del tipo di pannello utilizzato. Ottimo per le pareti esposte a Nord, un rivestimento termico del genere può far risparmiare circa 45 Kw/h al mq.

Miglioramento con gli impianti

  • Sostituzione caldaia – uno dei lavori pre migliorare la classe energetica di due livelli può essere il cambio della vecchia caldaia con una caldaia a condensazione modulante. Ossia, con un sistema che regola la temperatura in modo “evoluto”, tramite una sonda esterna che percepisce i gradi e si auto-regola. Riesce ad abbattere almeno 40-45 Kw/h al mq.
  • Impianto di ventilazione meccanica controllata – definito VMC, questo impianto è fondamentale nelle abitazioni ad alte prestazioni energetiche per coibentazione, dato che gestisce l’umidità e depura l’aria senza essere costretti ad aprire le finestre. Sopratutto, evitando la presenza di muffa e funghi (se non si aprono le finestre e non si ha un VMC…). Il costo può essere di circa 150 euro e il risparmio di circa 20 Kw/h al mq.
  • Installazione pompa di calore – può migliorare la classe energetica, pur non coinvolgendo direttamente i consumi. In alcuni casi permette il passaggio di due classi energetiche, ed è molto apprezzato nella Certificazione Energetica. In genere è consigliata l’installazione di una pompa di calore con un coefficiente di prestazione minimo 55 Kw/h di energia termica. Si tratta del rapporto tra energia prodotta per raffrescare o riscaldare gli spazi, e quella assorbita dall’impianto elettrico. I costi delle pompe di calore sono variabili in base a specifiche tecniche, e variano dai 300 ai 1.000 Euro al Kw.

Pannelli  solari e fotovoltaici

  • Impianti a sistema fotovoltaico e solare termico – in alcuni casi potrebbe arrivare anche a sfiorare l’autosufficienza energetica dell’edificio, nei casi del fotovoltaico, con un risparmio notevole – il costo per un impianto a 3 Kw è di circa 6.500 euro.
  • Nel caso del solare termico, l’impianto porta ad un risparmio di circa 10-12 Kw/h al mq a fronte di uno costo che può variare dai 2.500 ai 4000 Euro.  in base al tipo di impianto e di circolazione.
  • Schermature solari – questo tipo di installazioni (tende esterne o interne, frangisole, schermi per infissi, persiane, etc.) hanno un risparmio energetico non altissimo, di circa 4 Kwh al mq, ma presentano dei vantaggi a livello di vivibilità. Il costo dipende molto dal tipo di schermatura solare e del numero di infissi in casa.

Interventi minori

Ci sono, poi, dei possibili interventi di riqualificazione energetica “minori”; come l’installazione delle testine termostatiche sui radiatori, oppure l’adozione di cassonetti termo-isolati per gli avvolgibili.

Il loro risparmio energetico è di circa 3 Kw/h al mq ma anche i costi sono abbastanza bassi (circa 150 Euro per le termo-valvole e circa 50 Euro al metro per i cassonetti coibentati).

 

Le scelte per migliorare di due classi energetiche

Ricapitolando, se la meta è arrivare alle condizioni per chiedere il Superbonus 110%, ricordiamo che per essere certo di un “salto” di 2 classi energetiche APE dovrai affidarti ad un professionista che riesca a creare un piano di efficientamento con delle simulazioni adeguate.

L‘attestazione delle raggiunte classi di miglioramento, infatti, sarà rilasciata da un tecnico abilitato (ingegnere, geometra o architetto), dopo aver rilasciato la certificazione Pre – opera e Post – opera.

Un iter che assicura il fatto che le classi energetiche siano state raggiunte.

È importante sapere che si può ottenere l’incentivo fiscale anche quando il tecnico dichiara che per il tuo edificio hai raggiunto la più alta classe energetica possibile.

Di solito, questo avviene per le abitazioni ad alta efficienza energetica.

Consulenze per migliorare la classe energetica del tuo edificio

Per ogni richiesta di prezzi e procedure sull’efficientamento energetico potrai confrontarti con i nostri consulenti General Cover.

Il personale tecnico e commerciale della nostra impresa è sempre aggiornato sulle novità del settore risparmio energetico. Ti fornisce un consiglio sulle modalità di intervento fattibili, e dei preventivi per il miglioramento energetico dell’edificio.

 

Possediamo una lunga esperienza in quest’ambito, che ti assicura dei referenti informati anche sulle pratiche per la detrazione fiscale.

Ecobonus e Superbonus per la riqualificazione e il miglioramento delle classi energetiche.

 

Troveremo insieme le soluzioni adeguate alle tue necessità, con la collaborazione di tecnici esperti. Puoi contare su una squadra impegnata con motivazione e capacità.  Desideriamo garantire un servizio di qualità, nel rispetto delle tempistiche concordate anche per certificazioni e attestazioni.

 

Il nostro team cura le richieste del cliente con un servizio personalizzato che comprende:quanto costa migliorare classe energetica

 

  • Guida alla scelta dell’intervento di miglioramento classe energetica – direttamente presso la tua casa o attività commerciale.
  • Posa a regola d’arte di materiali, infissi e impianti.
  • Servizio Assistenza Post Vendita.
  • Interventi sicuri per la prevenzione sanitaria.  I tecnici adottano strumenti di protezione, mascherina certificata e guanti, e mantengono la dovuta distanza da eventuali persone presenti negli ambienti.

 

 

Siamo attivi per consulenze e lavori di miglioramento classe energetica in tutte le provincie della Lombardia.

Milano, Lodi, Bergamo, Brescia, Como Cremona, Lecco, Mantova, Monza Brianza, Piacenza, Pavia, Sondrio, Varese. Anche in Piemonte forniamo servizi di efficientamento edifici a Novara e Verbano-Cusio-Ossola.

 

Contattaci per avere un tuo referente esperto nelle pratiche per migliorare la classe energetica di due livelli.

Compila il form per lasciarci un tuo messaggio, o se preferisci chiama ai numeri 031 734043 (fisso) 327 2504555 (cellulare).

 

Ti ricontatteremo il prima possibile per un sopralluogo e preventivo gratuiti.

About Author

You may also like

No Comment

Comments are closed.