Località

Meda (MB)

superficie mq 4.500

Richiesta del cliente

Confinamento di copertura in lastre ondulate di cemento-amianto. Per la sovracopertura del manto in eternit si è scelto un nuovo manto costituito da lastre grecate in alluminio spessore 7/10 colore naturale.

Confinamento amianto

Nuovi lucernari in policarbonato compatto e rete anticaduta certificata

Esecuzione intervento di sovracopertura e confinamento eternit

Le fasi di lavoro per il rifacimento del tetto come da richiesta del cliente sono state le seguenti:

  • Preparazione del cantiere consistente nella realizzazione di opere di sicurezza, parapetti e ponteggio;
  • Listellatura di tutta la superficie da ricoprire, utilizzo di listelli di abete sezione cm. 5X5, fissati alla struttura per mezzo di supporti meccanici.
  • Posa di lastra grecata in alluminio e posa di lastra in policarbonato compatto per la parte trasparente della copertura.
  • Durante la posa dei lucernari è stata fissata una rete anticaduta zincata e certificata per la messa in sicurezza del tetto. Tale rete resterà installata in modo permanente per la sicurezza dei futuri operatori in caso di manutenzione del tetto.
  • Posa di elementi di lattoneria in alluminio spessore 10/10 di mm;
  • Impermeabilizzazione canali di gronda con due strati di guaina bituminosa saldata a fiamma con  un sormonto minimo di cm. 10.
  • Per il secondo strato di guaina è stato utilizzato un foglio di guaina ardesiata per la protezione dai raggi UV.

Quali risultati sono stati ottenuti

Anche se l’amianto non è stato rimosso è stata messa in atto la procedura di confinamento prevista dal protocollo amianto.

Per l’azienda è stato risolto momentaneamente il problema del programma di monitoraggio e della valutazione del rischio amianto.

Il nuovo manto di copertura durerà almeno per altri 50 anni.

 

Confinamento amianto