Che cos’è la trasmittanza termica

transmittanza cosa e generl cover

Ecco un concetto tecnico, anche complesso, che è diventato comune da quando si parla di isolamento degli edifici, risparmio energetico ed “efficientamento”.

Nozioni sempre più diffuse, legate spesso al concetto fondamentale della trasmittanza termica. Si può applicare alle pareti oppure alle finestre, in ogni caso rimane un valore che esprime bene l’isolamento di un materiale o elemento. Vediamo meglio in cosa consiste.

La trasmittanza termica e il flusso di calore

È un valore che si esprime con la lettera U, e definisce la capacità di trasmettere calore di un elemento di una struttura, in condizioni stazionarie.

Chiariamo: l’elemento può essere la parete, una porta oppure un vetro, ad esempio. La trasmittanza, misura la quantità di calore che fluisce, che passa attraverso questo elemento. A cosa serve? Facciamo degli esempi.

  • Valutando gli spazi, si tratta della media del flusso di calore che passa per ogni metro quadrato di due ambienti con temperature diverse. Ad esempio, il flusso termico tra l’esterno di casa e un ambiente riscaldato, oppure due spazi riscaldati diversamente (cucina e ingresso).
  • Si può applicare anche alle porte e alle finestre, chiaramente. Qui, la trasmittanza termica calcola la quantità di calore che passa attraverso una finestra o una porta, senza trattenerlo. Va per logica, che più alta sarà la trasmittanza termica, peggiore sarà l’isolamento che la finestra o la porta ci garantisce.

Inserendo il concetto di isolamento termico, quindi, il grado di efficienza di una parete o serramento potrà essere valutato. La sua capacità isolante si esprime attraverso il coefficiente della trasmittanza termica.

Una finestra a bassa trasmittanza, sarà sicuramente più isolante: le prestazioni migliorano quando si abbassa il coefficiente di trasmittanza termica.

cosa e transmittanza isolamento termico generl cover

Più o meno isolanti? Da cosa dipende la trasmittanza termica

Da tanti fattori:

  • il tipo di mattone utilizzato  nelle pareti – vuoto interno e disposizione degli incastri;
  • il modello di assemblaggio – giunto orizzontale e conducibilità termica dei materiali;
  • il tipo di argilla utilizzata per la fabbricazione del mattone;
  • il tipo di vetro per una finestra e la sezione della finestra stessa ;
  • la qualità dei rivestimenti e lo spessore delle guarnizioni utilizzate;
  • il materiale da cui è composto il telaio (PVC, legno, alluminio a taglio termico);
  • il gas nelle camere dei vetri basso emissivi (Argon, Kripton e Xenon);

Perché è importante la trasmittanza termica delle finestre

Perché aiuta a mantenere un equilibrio nella temperatura di un edificio, obiettivo fondamentale per gli infissi (oltre, chiaramente, il controllo della luce e il passaggio dell’aria). Gli infissi senza dispersioni di calore, sono quelli che permettono risparmio in bolletta e gli interni caldi.

In questo caso, gioca un ruolo fondamentale il vetro basso emissivo, così detto perché permette una bassa trasmissione di calore.

Un buon isolamento termico grazie a pareti, materiali e vetri a bassa trasmittanza termica:

  • evita sprechi e dispersione del calore interno;
  • migliora l’efficienza energetica domestica generale;
  • consente di usare meno sistemi di riscaldamento e raffreddamento;
  • provoca minori sbalzi di temperatura tra i diversi ambienti;
  • favorisce il risparmio sui costi di riscaldamento;
  • riduce la formazione di condensa;
  • riduce il freddo in prossimità delle finestre;
  • elimina l’umidità e la possibilità che si formino delle muffe;

Una corretta temperatura interna dell’edificio significa bollette più basse, diminuendo il fabbisogno di riscaldamento o condizionamento estivo. Mentre aumenta il comfort interno, porta a un vantaggio economico.

Chiaramente, un solo materiale non può fare miracoli, ma il consumo energetico può essere ridotto fino al 70% isolando le pareti esterne e i tetti, con materiali di ottima trasmittanza termica.

La misurazione del calore trasmesso per definire l’efficienza energetica

Da una stanza all’altra di un edificio, per esempio, la trasmittanza non può essere calcolata con semplici formule approssimative.

Perché? Le pareti interne hanno uno scambio termico più complicato con l’aria della stanza, le mura esterne, le superfici interne e i locali circostanti. Ogni componente farà resistenza o meno al flusso di calore, comprese le intercapedini.

Per tali motivi, il calcolo della trasmittanza termica effettiva deve essere effettuato con strumenti tecnologici specifici.

Abbiamo visto che la formula della trasmittanza termica viene indicata con il simbolo U, ma la misura completa da “tenere d’occhio” è W /m2K.

Questa misurazione avviene calcolando la potenza (W sta per Watt), l’unità di superficie (m2 – metri quadrati) per unità di differenza di temperatura dei singoli ambienti (gradi Kelvin) della struttura. Per questo, si esprime in W/m2K.

Quando si parla di finestre, la trasmittanza termica può essere indicata anche con  Uw (complessiva), oppure Ug (trasmittanza del solo vetro).

Si tratta di unità di misura internazionale essenziali in edilizia quando si valuta il risparmio energetico. Si preferiscono ormai materiali con un basso valore di trasmittanza termica, sia per gli interi edifici che per le singole finestre.

cosa e transmittanza general cover

La trasmittanza nei lavori di riqualificazione energetica

Sappiamo che per alcuni Ecobonus o lavori trainati, è fondamentale accertare un efficientamento energetico. È qui che entra in gioco definire il valore di trasmittanza corretto per la vostra casa.

È importante specificare che non tutte le case sono uguali, ovviamente. La trasmittanza termica deve essere adattata alle caratteristiche climatiche del territorio; e altre variabili stabilite dai parametri richiesti. Ad esempio, è importante sapere in quale zona climatica viviamo. In Italia esistono sei zone climatiche dalla A alla F, che corrispondono a diversi requisiti tecnici.

La consulenza di un tecnico esperto, perciò, diventa fondamentale per valutare il profilo energetico di una casa. Una stima errata potrebbe non garantire le prestazioni termiche necessarie, né l’accesso ai Bonus.

Alcuni infissi con trasmittanza termica bassa, ad esempio, permettono nelle agevolazioni fiscali tra cui il recente Ecobonus che spazia dal 50% al 90% (Superbonus).

Isolamento termico, contatta gli esperti.

Possiamo effettuare ogni intervento di coibentazione e isolamento termico dell’edificio con materiali a bassa trasmittanza termica, perfetti per aumentare l’isolamento termico.

Puoi contattarci per ogni informazione sui materiali tecnici, i vetri basso emissivi e sistemi di isolamento per l’edificio e il tetto.

Forniamo preventivi per il cappotto termico, per l’attività di sostituzione infissi e per la costruzione di tetti in legno  con ridotti valori di trasmittanza e controllo dell’inerzia termica.

Scoprirai un’impresa sempre aggiornata sulle novità tecniche e fiscali, che propone costi e soluzioni adeguati per ogni esigenza.

  • Servizi di consulenza sulla scelta dei materiali isolanti a bassa trasmittanza termica.
  • Sopralluogo a casa tua o presso la tua attività commerciale.
  • Posa a regola d’arte dei materiali, infissi e finiture.
  • Servizio Assistenza Post Installazione.

Siamo attivi in tutto il territorio della Lombardia: Milano, Lodi, Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Pavia, Monza Brianza, Pavia, Varese, Sondrio. Anche in Piemonte forniamo servizi di coibentazione a Novara e Verbano-Cusio-Ossola.

Contattaci per avere un tuo referente esperto nell’isolamento termico e per la trasmittanza termica.

Lascia un messaggio tramite il form o chiamaci allo 031 734043 (fisso) 327 2504555 (cellulare).

Ti ricontatteremo il prima possibile per un sopralluogo e preventivo gratuiti.