I migliori consigli sulla manutenzione del tetto

Consigli manutenzione tettoPer un’abitazione sicura e confortevole è fondamentale eseguire periodicamente lavori di manutenzione.

Questi interventi servono a scongiurare eventuali infiltrazioni o altri danni che potrebbero compromettere lo stato della struttura.

Per avere consigli manutenzione tetto siamo a tua disposizione.

Si distinguono due tipi di manutenzione:

  • Ordinaria;
  • Straordinaria;

Si parla di manutenzione ordinaria quando i lavori da eseguire riguardano riparazioni, rinnovamento e in questo caso non è prevista alcuna detrazione fiscale. I lavori di manutenzione straordinaria sono molto più complessi rispetto alla manutenzione citata in precedenza in quanto, per questa tipologia le opere sono soggette a modifica o sostituzione, oppure possono riguardare un intervento ex novo. In questo caso sono previsti degli incentivi che possono arrivare fino al 65% grazie all’ecobonus.

Consigli manutenzione tetto: quando ispezionare il tetto

Alla luce di quanto detto precedentemente, controllare che il tetto sia in buono stato è di vitale importanza perché così si evitano danni all’edificio. Questi controlli di natura preventiva sono consigliati prima che arrivi la stagione invernale.

Consigli manutenzione tetto

Le verifiche da effettuare sono le seguenti:

  • Controllo della stabilità delle tegole;
  • Osservazione della presenza di tegole rotte;
  • Controllo della stabilità di altri elementi di copertura;
  • Ricerca e individuazione della presenza di eventuali detriti o foglie depositate nei canali di scolo o grondaie;
  • Controllo dello stato dei comignoli.

Se si intravede una di queste problematiche illustrate poc’anzi, allora è consigliabile intervenire quanto prima. E’ fondamentale rivolgersi a ditte specializzate poichè grazie all’esperienza maturata e alla professionalità di un team competente, il lavoro di manutenzione potrà essere eseguito a dovere.

Calendario delle manutenzioni

  • Ogni due anni è consigliabile effettuare un’ispezione generale del tetto;
  • Ogni 10-20 anni va eseguita una revisione generale, a volte anche prima, ma questo dipende dall’altitudine e dalla presenza di neve e ghiaccio.

Consigli manutenzione tettoIl tetto in tegole necessita di una manutenzione di tipo ordinario almeno 1 volta l’anno, una manutenzione straordinaria ogni 5 anni e una ristrutturazione da 10 a 40 anni.

 

Un lavoro che si può eseguire da soli senza ricorrere a ditte specializzate è la rimozione del muschio o di altri detriti depositati sul tetto a patto che si dispone di un’imbracatura sicura e una linea vita certificata. Basta avere a disposizione un’idropulitrice oppure è possibile eseguire il lavoro manualmente.

In questo caso occorre avere con sè una spazzola dalle setole dure e dell’acqua. Strofinare energicamente sulle tegole in modo da eliminare il muschio o macchie. Successivamente risciacquare il tutto con acqua possibilmente calda.

Si può ricorrere anche all’idropulitrice, ma attenzione al getto d’acqua,  perché la forte pressione potrebbe compromettere lo stato delle tegole e non solo, ma potrebbe renderle più ricettive allo sporco.

Da non trascurare la pulizia delle grondaie, che va fatta almeno una volta l’anno.  Munirsi di guanti e provvedere alla rimozione di foglie e detriti.

Quest’operazione va eseguita periodicamente in maniera tale che le grondaie non si intasino. Controllare anche la pendenza delle stesse e nel caso si fossero spostate provvedere al riposizionamento o sostituzione.

Consigli manutenzione tettoDa come si può capire, la pulizia del tetto si rivela un’operazione di estrema importanza e non bisogna assolutamente trascurarla.

In alcuni casi si può anche procedere ad eseguire la manutenzione da soli, l’importante che tutto avvenga nella piena sicurezza, altrimenti è bene rivolgersi ad una ditta specializzata.

 

Manutenzione straordinaria quando eseguirla?

In caso di ristrutturazione del tetto, è possibile procedere con i lavori di manutenzione straordinaria. Ma per poterli eseguire, bisogna presentare un’autorizzazione al proprio comune di appartenenza.

E’ fondamentale rivolgersi ad un tecnico, il quale svilupperà un progetto che andrà successivamente presentato al Comune.

In caso dunque, di ristrutturazione del tetto attraverso lavori di manutenzione straordinaria sono previsti delle detrazioni.Consigli manutenzione tetto

I lavori sul tetto possono beneficiare della detrazione fiscale al 50%, oppure gli incentivi possono addirittura arrivare al 65% con l’ecobonus.

Per poter accedere alla detrazione fiscale è necessario comprovare che l’abitazione ha subito un miglioramento in termini di risparmio energetico.

Se si sta valutando di eseguire lavori di manutenzione è bene sottolineare che gli interventi che rientrano nella tipologia di manutenzione ordinaria non sono soggetti a detrazioni a differenza invece dei lavori di manutenzione straordinaria.

About Author

You may also like

No Comment

Comments are closed.