Pavimenti autobloccanti, cosa sono e cosa c’è da saperePavimenti autobloccanti

Vi è mai capitato di avere a che fare con i pavimenti autobloccanti? Si tratta di soluzioni da esterno molto comode e facili da installare, che non richiedono una posa complessa né soluzioni di incollaggio delle varie parti.

I pavimenti autobloccanti moderni sono indicati per tutte quelle persone che hanno a disposizione uno spazio esterno, e vogliono pavimentarne una parte o l’intera area di superficie senza ricorrere ad una posa in opera profonda, che necessita di misurazioni e soprattutto di un massetto di fondo adeguato.

Perché i pavimenti autobloccanti sono così economici?

Il loro costo decisamente inferiore a quello di un normale pavimento da esterno con massetto, deriva da alcuni fattori fondamentali. Prima di tutto la sua facilità di posa; i pavimenti autobloccanti moderni, ma anche soluzioni più antiche, poggiano la loro solidità di un semplice concetto di incastro fra le varie parti.

Non esiste alcuna tipologia di incollaggio, calcestruzzo o resina per tenere insieme gli elementi. Ne deriva oltre ad una facilità di posa non indifferente, anche una estrema facilità di manutenzione.

Se abbiamo reso una parte del nostro giardino pavimentata utilizzando materiale autobloccante, non avremo alcun problema ad estrarre uno o più elementi che si sono danneggiati per sostituirli ad esempio.

Allo stesso modo non avremo alcun problema anche a decidere di cambiare completamente il materiale o il disegno della pavimentazione. Togliere un pavimento autobloccante è davvero semplice.

Problemi di infiltrazioni? Esiste la soluzione

Fra le varie tipologie di pavimentazione in commercio, esistono anche pavimenti autobloccanti drenanti. Ciò significa che una volta effettuata la posa in opera del pavimento autobloccante drenante, non avremo alcun problema di infiltrazione nel nostro giardino.

Essendo assente qualunque forma di collante o calcestruzzo fra le varie unità, l’acqua viene drenata comodamente al di sotto, finendo direttamente nel terreno, ed impedendo la formazione di infiltrazioni pericolose, avvallamenti e situazioni ancora più rischiose.

La fantasia? Una qualità eccelsa dei pavimenti autobloccanti

Altro elemento che contraddistingue i pavimenti autobloccanti oltre alla facilità di installazione, è l’applicazione estrema della fantasia. Possiamo giocare letteralmente con i colori, con i materiali e con il disegno intero della pavimentazione, dando vita a soluzioni esteticamente accattivanti seguendo il nostro gusto personale.

Gli elementi che compongo i pavimenti autobloccanti non solo sono semplici da posare, ma anche da personalizzare. Possiamo mischiare vari materiali, forme e colori diversi, per dare vita ad un mosaico o un disegno personalizzato. La posa in opera di un pavimento di questa tipologia prevede soluzioni pressoché infinite di personalizzazione.

Come si posano i pavimenti autobloccanti?

Prima di tutto il posatore dovrà valutare la metratura generale della superficie da pavimentare. La lunghezza e la larghezza infatti, unite alla misura di ogni singolo blocchetto del pavimento che abbiamo scelto, garantirà l’acquisto delle unità che servono. Una volta effettuate le misurazioni si procede alla valutazione del terreno di posa.

Qualora fossero presenti avvallamenti di terra, superficie sconnessa o altri difetti, si procede ad una livellatura professionale. I pavimenti autobloccanti infatti, per garantire una superficie liscia e senza alcun difetto, hanno bisogno di un fondo livellato a dovere.

Successivamente si passa alla stesura di un fondo dalla granulometria variabile, solitamente costituito da ghiaia, sabbia o altro materiale, che permetta di essere livellato facilmente e favorire anche il drenaggio dell’acqua.

Per quanto riguarda l’acqua stessa, prima della posa dei blocchetti si procede anche all’installazione di tubazioni interne o di caditoie per garantire un drenaggio dell’acqua ottimale.

Si realizzano quindi dei cordoli esterni di malta, che andranno a creare una sorta di cornice intorno alla superficie che viene piastrellata, tenendo insieme i vari blocchetti. La posa dei pavimenti autobloccanti segue alcuni schemi classici, detti anche pose.

Tipologia di posa

  • Posa classica segue semplicemente un disegno di linee rette, senza alcuna soluzione di discontinuità
  • La posa diagonale crea un angolo di 45 gradi circa fra l’inizio e la fine dell’area di posa
  • Posa a correre o cassero irregolare sfrutta le varie teste dei blocchetti per donare dinamicità alla pavimentazione, creando un disegno irregolare

La posa a spina di pesce invece segue un disegno di angoli a 45 o 90 gradi a seconda dei blocchetti scelti

Una volta completata la posa di tutti i blocchetti, il posatore procederà a ricoprire la superficie con un ulteriore strato di sabbia, che andando ad insinuarsi nelle pieghe e nelle fessure dei vari blocchi, sedimenterà donando forza alla pavimentazione.

Spesso, nelle pavimentazioni autobloccanti in graniglia o pietra, si stendono durante l’opera di posa blocchetti di forme particolari, che evitano dilatazioni o dispersioni della forza di coesione fra gli elementi.

Nel caso invece di pavimenti autobloccanti moderni in PVC o altro materiale, il posatore può anche decidere di non utilizzare sabbia o fondo, ma incastrando semplicemente i vari elementi fra loro.

Dove si posano i pavimenti autobloccanti moderni?

Gli spazi migliori in cui vengono utilizzati sicuramente sono giardini, cortili, vialetti di ingresso, porte di garage o rimesse. Tutte quelle situazioni da esterno in cui il drenaggio di eventuale acqua piovana, e la necessità di una pavimentazione che impedisca la formazione di avvallamenti, buche e fango rivela la necessità di pavimentazioni autobloccanti.

Questo per il fatto che la loro facilità di posa e di rimozione consente di avere accesso immediato alle reti fognarie sottostanti, oppure anche a cablaggi esterni di elettricità ed acqua, rendendo così i costi di manutenzione minori e più rapidi.

Quali sono i prezzi dei pavimenti autobloccanti?

Spesso le persone si chiedono i prezzi dei pavimenti autobloccanti, ma possiamo già dire che è una soluzione fra le più economiche sul mercato. Non necessitando di malta, colla o altri elementi di congiunzione.

Semplicemente dei blocchetti e del fondo di posa, il costo generale dei pavimenti autobloccanti deriva semplicemente dal tipo di blocchetto che andremo a scegliere.

Si trovano in commercio blocchetti di materiali pregiati o anticati, che possono costare molti soldi.  Uno dei materiali più utilizzati ed economici è sicuramente il calcestruzzo, con un costo di circa 9,50 euro al metro quadro.

Modelli e finiture di pregio possono costare anche 17 euro al metro quadro solo come costo del materiale.  Dobbiamo sempre ricordare di aggiungere finiture, manodopera, che possono variare dai 10 ai 18 euro al metro quadro.

Si tratta comunque di una situazione più economica di un classico pavimento a massetto.  La lavorazione, le tempistiche ed i materiali fra cui poter scegliere sono più ampi e di più ampio respiro a livello economico.

Difficile in questo caso puntare sul fai da te, perché la cura e la maestria che occorrono per assestare e posare pavimenti autobloccanti, non è possibile acquisirla da soli.  Occorre necessariamente rivolgersi ad un esperto.

Avere l’appoggio e l’aiuto di un posatore di pavimenti autobloccanti esperto, garantisce prima di tutto un risultato ottimale di ciò che vogliamo, ma anche consigli sul materiale da impiegare, oppure sul disegno migliore che possiamo adottare per la nostra pavimentazione.

Vuoi un preventivo?pavimento autobloccante

Se ti occorrono preventivi, informazioni o un sopralluogo per i tuoi pavimenti autobloccanti moderni, o se vuoi sapere prezzi, possibilità di personalizzazione e gestione dei pavimenti autobloccanti in generale, non devi far altro che compilare il form sottostante.

Oppure chiamarci al numero che trovi nella sezione contatti, siamo disponibili ad effettuare sopralluoghi, visite ed a stilarti un preventivo totalmente gratuito.

About Author

You may also like

No Comment

Comments are closed.