Cappotto termico, una soluzione indispensabile per risparmiare?Cappotto termico

Sapevate che gli edifici pubblici e privati rappresentano il 40% del consumo energetico?

Pensandoci bene si capisce l’importanza della loro efficienza, e quindi anche dell’installazione del cappotto termico.

Fra le varie soluzioni, per raggiungere il traguardo chiamato “20-20-20” posto quale obiettivo nel 2007 dal Consiglio europeo.  Ridurre del 20% i livelli dei gas serra, aumentare del 20% le emissioni verdi, e ridurre del 20% i consumi energetici.

Uno dei metodi migliori per aumentare e sensibilizzare l’efficienza energetica di un edificio, è quello di avvolgerlo in una sorta di rivestimento particolare, chiamato appunto cappotto termico.

Si tratta di una soluzione sviluppata negli ultimi decenni, che ha come protagonista una tecnica molto particolare per rendere l’edificio energeticamente meno inquinante.

In cosa consiste un cappotto termico interno o esterno?

Parliamo di elementi edili prefabbricati che vengono applicati direttamente sulla facciata dell’edificio, in sostanza una sorta di composito, costruito con adesivo, materiale isolante, fissaggi, rivestimento base, rinforzo (rete in fibra di vetro) ed il rivestimento finale con la pittura protettiva.

Una volta terminato il lavoro di applicazione, l’edificio appare esteticamente come un normale palazzo con parete intonacata, il quale però è dotato di un “guscio” protettivo isolante in grado di far diminuire sensibilmente il consumo di combustibile per il riscaldamento, riducendo così sia i consumi che l’impatto ambientale.

Una tecnologia quella del cappotto termico che trova le sue radici quasi 50 anni fa (soprattutto nelle regioni nordiche) e che sta prendendo piede anche in Italia per adeguamento energetico.

Il cappotto termico, se eseguito a regola d’arte, consente notevoli risparmi energetici e di conseguenza minori emissioni di gas serra, oltre ad offrire vantaggi accessori per chi abita dentro l’edificio e per l’ambiente circostante.

Cosa è invece il cappotto termico interno?

Il cappotto termico interno è un sistema di adeguamento energetico di un edificio, che si applica installando dei pannelli di materiale isolante nella parte interna delle pareti o del tetto.

I pannelli utilizzati in questo tipo di intervento sono di dimensioni decisamente ridotte, se si pensa invece ai grandi pannelli che vengono utilizzati per il cappotto esterno. Si tratta di una soluzione che occupa decisamente meno spazio, ed è anche più economica. Resta comunque un metodo di isolamento molto efficace.

Questa pratica è particolarmente consigliata se si possiede ad esempio un appartamento all’interno di un condominio. Spesso le leggi e le dinamiche condominiali impediscono la decisione o la spesa di un cappotto termico esterno, ed è quindi una ottima soluzione per chi comunque vuole isolarsi ed essere più ecologico.

E’ anche una soluzione ottimale per chiunque vive in città, in cui è difficile effettuare lavori che necessitano di ponti o installazioni, e dove comunque sono presenti barriere architettoniche.

Ed invece il cappotto termico corazzato?

Cappotto termico interno

isolamento a cappotto Milano, Lombardia, Como

Se non si vuole installare del semplice materiale isolante, ma si vuole un cappotto termico interno che doni anche un gusto estetico all’abitazione, allora possiamo ricorrere ad un cappotto termico corazzato.

Si tratta di un innovativo sistema modulare per l’efficienza termica, che consta di pannelli multistrato costruiti con materiale isolante, adesivo e pannellatura esterna.

In questo modo, grazie anche alla loro facilità di installazione mediante incastro, si può ottenere non solo un ottimo adeguamento termico della propria casa, ma anche un senso estetico appagante, dato che i pannelli sono disponibili in diverse finiture.

Il sistema modulare con cui spesso vengono realizzati i pannelli per cappotto termico corazzato, impediscono infiltrazioni, crepe e danneggiamenti, ed inoltre la loro natura a pannelli separati, garantisce anche protezione dal rischio sismico.

Il fissaggio dei pannelli avviene spesso mediante semplice foratura e tassellatura, con uno strato di adesivo fra la parete ed i moduli che devono essere applicati.

Quali sono i materiali del cappotto termico esterno?

Tornando a parlare della soluzione più utilizzata, ovvero quella del cappotto termico esterno, vi sono molti tipi di materiale che vengono utilizzati per rivestire l’edificio.

Il materiale più utilizzato è sicuramente l’EPS o XPS, vale a dire polistirene, o più comunemente noto come polistirolo. Si tratta di un materiale isolante ottimo, che viene usato da tempo immemore.

La sua duttilità di lavorazione, facilità di taglio e di incastro lo rendono la soluzione più economica.

Materiali comunque altrettanto utilizzati sono sughero, poliuretano espanso mediante pistola, fibra di legno, lane minerali (lana di roccia e di vetro).
In particolare le lane minerali sono utilizzate anche in virtù della loro incombustibilità e protezione acustica”.

Materiali moderni ed utilizzati nelle soluzioni innovative invece sono aerogel, simile al poliuretano ma con base diversa, e nanoresine. Parliamo di rasanti superficiali che proteggono solamente in maniera limitata dagli sbalzi termici e dall’isolamento che invece altri materiali donano.

Come si costruisce un cappotto termico esterno?

Cappotto termico corazzato  

Prima di tutto si procede con la valutazione della superficie da isolare. Si effettuano i rilevamenti necessari per comprendere a fondo quale possa essere la struttura portante alla quale andrà applicato il materiale isolante.

Si sceglie successivamente il materiale, a seconda anche dei benefici accessori che si vogliono ottenere. La lana di roccia ad esempio viene usata anche come ottimo isolante acustico per le sue proprietà positive in questo senso.

Una volta deciso anche il materiale si procede all’esecuzione dei lavori primari di armatura e fissaggio dello scheletro. Su questo andrà posato o gettato il materiale isolante.

Nel caso ad esempio venga utilizzato poliuretano espanso, può essere già tagliato in pannelli.  Esiste anche sotto forma di resina espansa liquida, che viene gettata nella intercapedine dell’armatura mediante macchinario apposito.

Montata l’intelaiatura interna si procede all’assemblaggio dello strato isolante, che può essere fissato con adesivo, tassellatura. Può essere anche semplicemente fissato tramite incastro, poi successivamente si copre il tutto con la copertura esterna.

Il cappotto termico esterno può essere fissato a vari materiali già esistenti sulla parete. SI può fissare a calcestruzzo, laterizi e mattoni, pareti intonacate e supporti in legno.

Tutto quello su cui si è sicuri che il fissaggio dell’armatura interna non possa creare danni successivi all’installazione.

Importante anche durante la posa del cappotto termico esterno la temperatura e l’umidità dell’aria.

Si sceglie solitamente un periodo specifico dell’anno a seconda della locazione del palazzo o della casa in cui si colloca il cappotto.  Questo per evitare bruschi sbalzi termici durante il giorno o la notte che possono compromettere il lavoro.

 

Costi di lavorazione

Un cappotto termico esterno può costare da un minimo di 40/50 euro ad un massimo che può superare anche gli 80 euro al metro quadro. Questo dipende della scelta del materiale isolante, armatura, materiale esterno e tipologia di fissaggio che desideriamo o ci viene consigliata.

Il fai da te può essere una soluzione?Cappotto termico prezzi

Nel caso del cappotto termico interno o corazzato forse, ma è comunque sempre bene rivolgersi a personale specializzato.

Misure sbagliate, un mancato fissaggio anche solo di un elemento, ed il lavoro non viene svolto in maniera ottimale, compromettendo così la capacità isolante dell’abitazione.

Se ci si rivolge ad un esperto invece avremo la sicurezza di anni di esperienza in questo campo, sia per quanto riguarda la posa in opera del nostro cappotto termico esterno o interno. Possiamo ricevere anche consigli riguardanti materiali da scegliere, tipologia di struttura e molto altro ancora.

Noi siamo sempre a disposizione per preventivi e sopralluoghi gratuiti.

Qualora tu avessi deciso di investire in un cappotto termico esterno, sappi che tale soluzione porterà innumerevoli vantaggi alla tua casa, non ti resta che chiamarci per fissare subito un incontro. Oppure compila il form contatti per un preventivo gratuito.

About Author

You may also like

No Comment

Comments are closed.