Tinteggiare casa

Tinteggiare casa

Imbiancare le pareti di casa può sembrare una cosa facile, infatti non sono pochi coloro che si cimentano in questa impresa, ma in realtà se non si hanno le giuste competenze ed abilità per tinteggiare casa e il risultato che si ottiene è a dir poco deludente: si perde tempo e soldi, oltre a dover ingaggiare un’azienda per poter risolvere i problemi causati dalla propria incompetenza.

Tinteggiare casa non è un lavoro difficile ma occorre precisione, destrezza ed attenzione al fine di garantire risultati ottimali e soprattutto duraturi nel tempo.

Imbiancare casa: qual è il periodo migliore?

Dopo aver compreso l’importanza di contattare un’azienda esperta nel settore, passiamo ad un altro punto ovvero: qual è il periodo migliore per tinteggiare casa.

Sicuramente il momento più appropriato per svolgere questa operazione è tra aprile e settembre, evitando i mesi freddi.  Questo perché con l’arrivo della bella stagione e dunque, con l’innalzamento della temperatura, l’asciugatura sui muri avviene in maniera molto più veloce, da considerare poi che quando si imbianca, porte e finestre devono stare aperte per consentire una maggiore areazione di tutti gli ambienti.

Perchè in inverno non è possibile eseguire la tinteggiatura sulle pareti? 

In realtà non è vietato tinteggiare casa più che altro è sconsigliato per via delle basse temperature. L’umidità e il freddo non permettono una rapida asciugatura, in aggiunta, il rischio di pioggia e neve rallentano i lavori.

E’ doveroso sottolineare che, per poter godere di ambienti sani e gradevoli occorre che l’imbiancatura abbia una cadenza periodica. In genere, ogni tre o cinque anni bisognerebbe procedere con la l’operazione di imbiancare casa.

E’ pur vero che sul mercato esistono prodotti di lunga durata che garantiscono un effetto duraturo, tuttavia ci sono alcuni fattori che potrebbero causare l’effetto contrario e alterare i colori delle pareti, come:

  • Fumo di sigaretta;
  • Fumi della cucina;
  • Termosifoni;
  • Umidità causata dalla posizione in cui è ubicata la casa;
  • Presenza di animali domestici;
  • Luce del sole diretta.

Imbiancare casa colori

La gamma delle tonalità su cui puntare è davvero molto ampia, c’è solo l’imbarazzo della scelta, tuttavia per non creare discordanze con lo stile di arredo e l’ambiente circostante è necessario porre attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti.

Ogni nuance ha la capacità di influenzare l’ambiente circostante, per questa ragione occorre ponderare bene la scelta di ogni colore.

Camera da letto

Questa stanza deve risultare accogliente e rasserenante, perché è destinata all’intimità e al relax. Solitamente sono da preferire le tonalità neutre ma nulla vieta di regalare un tocco personale focalizzando l’attenzione sulle sfumature pastello, come rosa salmone o rosa cipria, crema, lilla o beige. Secondo il Feng Shui questi colori evocano un senso di rilassatezza e favoriscono il sonno.

Meglio dunque, eludere colori troppo forti che potrebbero turbare il relax e incidere sul tono dell’umore.

Soggiorno

Tinteggiare casa prezzi

Anche in questo caso la scelta va eseguita in modo molto ponderato. Si tratta di un ambiente dove si trascorrerà gran parte della giornata . A seconda dello stile di arredo e dell’atmosfera che si vuole creare, molteplici sono i colori che si possono utilizzare.

Se l’arredo è basato su uno stile moderno, allora via libera al rosso, arancione, verde o viola, se invece si tratta di un arredamento classico, per offrire valore aggiunto alla stanza, si potrebbe optare per il giallo in quanto regala luminosità ed energia.

Per uno stile shabby chic occorre puntare sui colori neutri.

Un’idea alquanto ottimale sarebbe quella di tinteggiare la parete principale di un colore, mentre la restante parte di un’altra tonalità, naturalmente i colori devono essere discreti e soprattutto raffinati.

Cucina

Anche qui vige lo stesso discorso illustrato in precedenza. Le tonalità calde sono indicate per ambienti classici, le tonalità fredde come il blu o il viola sono più indicate per una cucina dallo stile moderno.

Il bagno

Un altro ambiente che merita attenzione è il bagno. A tal riguardo i colori maggiormente consigliati sono il bianco, il beige, il rosa cipria e il grigio.

Colore delle pareti in base al pavimento

Come illustrato in precedenza, il colore delle pareti deve essere in sintonia anche con il pavimento oltre ad intonarsi con lo stile di arredamento.

La regola principale da seguire in questo caso è: se la pavimentazione è di colore scuro allora le pareti dovranno essere chiare, se il pavimento è caratterizzato da nuance chiare o tonalità neutre in tal caso si potrà focalizzare l’attenzione su tinte vivaci.

Imbiancare casa esterno

Imbiancare casa esterno

Se invece l’intenzione è quella di voler imbiancare casa esterno qual è la procedura da seguire? Pitturarla dunque, richiede delle attenzioni e degli accorgimenti differenti rispetto a quanto detto precedentemente.

La difficoltà può dipendere da svariati fattori: stato della superficie e tutti i lavori necessari che occorre effettuare per riparare i danni causati dagli agenti esterni.

Per poter facilitare i lavori bisogna posizionare un’impalcatura. Mai procedere con il fai date, si rischia di mettere a repentaglio la propria vita e quella altrui se non c’è una reale e comprovata esperienza nel settore.

L’azienda General Cover mette a disposizione tutta la sua competenza e professionalità per offrire al cliente un servizio altamente qualitativo e duraturo nel tempo.

Le pitture per esterni

Diverse sono le tipologie di pitture per esterni, a seconda dunque della propria esigenza, si potrà scegliere quella più consona, ma una cosa è certa: rivolgendosi ad un esperto, consiglierà la migliore soluzione per tinteggiare casa.

Tra i vari tipi di pittura esterna dunque, ecco quali sono le principali:

  • Al quarzo;
  • Ai silicati;
  • Ai silossanici.

La pittura al quarzo è quella maggiormente richiesta per via della sua economicità ma anche per l’alta qualità di resa che viene data alla parete. Grazie ai piccoli granelli di quarzo presenti e alle resine sintetiche, permette una buona resistenza. Tra le caratteristiche che vanta, annoveriamo l’idrorepellenza, caratteristica fondamentale nel caso in cui la casa è posizionata in una zona soggetta ad umidità.

Il secondo tipo di pittura è composto da silicati di potassio, è molto resistente all’acqua ma anche agli agenti atmosferici, insomma anche in questo caso permette una lunga durata.

Infine, la terza tipologia è ricavata dalla silice combinata a resine siliconiche o prodotti organici. Una delle peculiarità di cui è caratterizzata è la traspirabilità. Al momento è uno dei migliori prodotti sul mercato che impediscono le infiltrazioni d’acqua.

Interventi esterni, sussistono vincoli?

Se si vive in città soprattutto in quelle zone dove gli edifici sono simili tra di loro nella forma e nel colore, prima di procedere alla tinteggiatura occorre rivolgersi a chi di competenza per avere tutto in regola.

Se invece si dispone di un proprio appartamento lontano da centri storici o comunque non è soggetto a mantenere edifici simili tra loro, il problema non si pone.

Imbiancare casa prezzi

Ora andiamo direttamente al nocciolo della questione: quanto costa tinteggiare le pareti di casa? Prima di iniziare i lavori è necessario avere un quadro chiaro in merito ai prezzi.

Sicuramente il prezzo varia da caso a caso e questo dipenderà dalla tipologia di vernice scelta ma anche dalla tecnica utilizzata dall’esperto.

Giusto per farsi un’idea chiara in merito:

  • La pittura semplice costa dai 4€ agli 8€ al metro quadro;
  • La spugnatura dai 9€ ai 16€ al metro quadro;
  • La velatura dai 10€ ai 21€ al metro quadro;
  • La graffiatura a partire dai 7€ ai 13€ al metro quadro;
  • Lo stucco veneziano dai 20€ ai 40€ al metro quadro.

Per poter conoscere il costo esatto delle pareti interne di casa, è consigliabile contattare l’azienda General Cover e in pochissimo tempo stilerà un preventivo personalizzato a seconda della propria esigenza e del proprio portafoglio.

Se invece l’intento è quello di tinteggiare le pareti esterne di casa, il costo cambia. Generalmente il prezzo oscilla tra i 7,00€ e i 20,00€ al metro quadro, ma dipenderà da molteplici fattori:

  • Scelta del materiale;
  • Piani dell’edificio;
  • Posizione dell’immobile;
  • Mani da vernice da fare.

Pitturare casa idee

Ecco qui di seguito delle soluzioni e suggerimenti per pitturare casa e renderla originale.

Partiamo come di consuetudine dalla camera da letto, l’ambiente per eccellenza.

Idee camera da letto

Tinteggiare casa idee

Negli ultimi anni a questa parte va molto di moda il color lavanda. Crea un ambiente molto confortevole e regala sensazioni di relax. Per non stancare gli occhi sarebbe auspicabile impiegare anche decori stencil o delle cornici in cartongesso da posizionare all’altezza dei poggiatesta del letto, oppure si potrebbe pensare di abbinare sulle pareti il bianco con il nero. Un mood davvero doc ed è sempre attuale!

Per chi invece possiede un appartamento caratterizzato da un feeling rustico e vuole rendere l’ambiente molto più performante dal grande impatto visivo si potrebbe pensare di utilizzare il legno in abbinamento alla pietra. Questa correlazione di sicuro non passerà mai di moda.

Idee soggiorno

Per non sbagliare molti optano per il bianco sulle pareti e sul soffitto. Si tratta di un colore neutrale che apporta luminosità al soggiorno, ma per evitare che risulti freddo, un’idea vincente è quella di accostare a questa nuance, il tortora o il legno.

Questo binomio risulta perfetto per lo stile shabby chic e scandinavo. Per arredare ambientazioni moderne ma anche classiche o vintage, il colore tortora si rivela più che eccellente perché evoca accoglienza e rilassatezza.

Per chi desidera invece un soggiorno moderno caratterizzato da un forte contrasto, il grigio insieme al nero rappresenta  il binomio perfetto.

Idee cucina

La cucina è uno degli ambienti più vissuti della casa, per cui arredi e colori vanno scelti con cura.

Un abbinamento perfetto potrebbe essere il rosso con il blu, il risultato sarà veramente soddisfacente perché l’ambiente cucina si rivelerà più che stimolante, mentre optando per il viola, per il verde o per il giallo, l’effetto sarà più rilassante.

Idee bagno

Nel caso in cui si desidera donare al bagno un senso di rilassatezza e accoglienza allora è bene puntare su colori caldi come l’arancione e il giallo, anche se vanno bene altresì, il viola e l’azzurro.

Se il bagno è di grande dimensioni ed è ben illuminato si potrebbe anche pensare di utilizzare il marrone, il nero oppure un verde intenso, in caso contrario invece, ossia il bagno è di piccola metratura allora la scelta dovrà ricadere su toni caldi.

A prescindere dal colore scelto è buona norma utilizzare sempre un antimuffa perché si tratta di un ambiente maggiormente esposto all’umidità.

Pitturare casa fai da te consigli

Pitturare casa in modalità fai da te richiede accortezza e abilità, non è difficile eseguire la suddetta operazione ma neanche facile. Tuttavia per chi vuole cimentarsi nel tinteggiare una parete di casa, ecco qui di seguito qualche utile consiglio in merito, per procedere nel modo giusto:

Cosa serve

Prima di tutto occorre acquistare l’idropittura da interni che si può scegliere lucida, opaca o patinata. Per acquistare il giusto quantitativo sommare bene i metri quadri da imbiancare.

Munirsi anche di scotch per proteggere i battiscopa e le prese elettriche, teli di plastica per coprire i pavimenti e i mobili.

Poi occorre avere a disposizione un rullo, un pennello piatto per gli angoli, una scala, un foglio di carta vetrata, una spatola e un barattolo di stucco.

Come imbiancare casa

Una volta scelta la giusta colorazione si procede nel seguente modo: imbiancare dapprima il soffitto aiutandosi con il rullo, con i pennelli invece si procede per pitturare gli angoli. Lasciare asciugare e poi procedere con una seconda mano.

Talvolta occorre anche una terza mano soprattutto nel bagno o in cucina.

Per quanto riguarda l’imbiancatura delle pareti, devono essere preparate a dovere per poi essere tinteggiate. Se ci sono delle crepe sul muro occorre riempirle con stucco da muro applicato con la spatola. Questa è una fase molto importante per la buona riuscita della tinteggiatura.

Stessa cosa dicasi se sono presenti dei fori nel muro. Quando lo stucco è asciutto si carteggia la superficie con un foglio di carta vetrata.

Una volta eseguita questa operazione si procede con la tinteggiatura delle pareti. L’idropittura non è diluita, occorre farlo da sé, attenendosi ai consigli riportati sulla confezione.

Controllare dunque, che il colore risulti liquido ma non troppo pastoso. Dopodichè si procede a colorare le pareti di casa. Cominciare il lavoro a partire da un angolo della parete e mano a mano procedere nella stessa direzione.

La prima mano deve essere applicata in maniera verticale e molto lenta per evitare schizzi. Quando la parete è asciutta effettuare una seconda mano, questa volta però bisogna procedere in modo orizzontale.