Tetto in legno biancoTetto in legno bianco

Un tetto in legno bianco è una soluzione di interior design che può avere un grande impatto in una stanza, che sia il soggiorno o la camera da letto.

Il legno è un materiale che dà un tocco di calore alla casa, il bianco ne decreta il carattere.

Non è tuttavia solo una questione di estetica: decidere di realizzare il tetto in legno è funzionale, dati i benefici di questo materiale e richiede tempi più rapidi rispetto a materiali alternativi.

Parliamo infatti di un materiale flessibile e leggero, con un ottimo effetto isolante sia acustico che termico, oltre ad essere antisismico, quindi indicato per le numerose zone ad alto rischio nel nostro Paese.

Per quanto riguarda invece la scelta di realizzare un tetto in legno bianco, questo colore si adatta a tanti stili differenti di arredare.

Richiama comunque la naturalezza del materiale (quindi perfetto per ambienti shabby chic o più country dove viene fatto un richiamo, appunto, alla natura).

Si adatta perfettamente anche a stili più moderni come quello nordico o industriale. Con il bianco non si sbaglia mai.

Tipologie di tetto in legno bianco

Per la costruzione di un soffitto in legno solitamente si opta per un tetto in legno lamellare bianco, un sostituto del cemento armato, che viene prodotto unendo delle lamelle di legno.

In alternativa, si può utilizzare il legno massiccio, di maggior valore estetico.

Ci sono poi diverse soluzioni che riguardano la finitura e il trattamento del materiale, che offrono quindi risultati differenti ma tutti di grande impatto.

Tetto in legno bianco decapato

Un tetto in legno bianco decapato è caratterizzato da un effetto finale di legno consumato, ma molto accogliente e di grande fascino.

 

Il tetto in legno bianco decapato è richiesto soprattutto da un ambiente in stile shabby chic.

 

In pratica vengono esaltati i segni di usura del legno, con un effetto che richiama tecniche di decorazione antica, ma sempre di grande attualità.

 

Le tecniche per realizzare questo effetto sono due:

 

  1. si rimuove lo strato superficiale del legno fino a raggiungerne le venature applicando in seguito una colorazione cui segue la carteggiatura
  2. si sovrappongono due diverse colorazioni facendole intravedere alternativamente

 

Nel caso di travi a vista, queste possono essere sbiancate soltanto con poche pennellate. Si crea così un effetto decapato che però vivacizza l’ambiente con un tocco originale.

 

Tetto in legno bianco spazzolato

 

Un tetto in legno bianco spazzolato dona alla casa un effetto rustico, grazie alle venature naturali del legno che vengono lasciate appositamente a vista.

 

Risaltano le forme del legno, richiamando la natura e il bianco dona una sensazione di equilibrio e purezza.

 

Solitamente un tetto in legno bianco spazzolato viene trattato con impregnante quindi con colorante bianco (chiaramente solo prodotti adatti al legno).

 

Nella scelta di questa modalità di lavorazione e rifinitura di un tetto in legno, bisogna però considerare quali caratteristiche tecniche la struttura deve avere.

 

Sicuramente, al di là dell’effetto estetico finale, deve garantire un perfetto isolamento termico e acustico, ma deve avere anche un’ottima resistenza e allo stesso tempo permettere all’aria interna di circolare per evitare la formazione di muffe e umidità.

 

Motivo per cui consigliamo di rivolgersi a professionisti in quanto sanno come rendere un ambiente sano, oltre che bello.

 

Una delle strutture più utilizzate, infatti, è quello in cui sopra la guaina di isolamento vengono installati dei listelli, dove si poggia il tavolato per il rivestimento finale.

 

Il tetto in legno lamellare bianco avrà così caratteristiche migliori e garantirà un riciclo d’aria ottimale per evitare l’accumularsi di aria calda e umidità con i conseguenti danni estetici (e purtroppo anche strutturali).

 

Travi a vista bianche o legno

Le travi a vista bianche o legno  sono un classico dell’architettura per chi cerca un effetto country ma moderno.

 

Un tetto in legno a vista con travi chiare, infatti, si adatta bene anche ad ambienti in stile industriale o minimal.  In questo modo contribuiscono a dare luce all’ambiente.

Ci sono diverse travature possibili che danno effetti diversi:

  • travi a spessore: per ambienti grandi con soffitti alti e molto luminosi
  • curve: per ambienti classici, con soffitto basso in quanto fanno sembrare le pareti più slanciate
  • travi inclinate: per gli ambienti a tetto o mansardati
  • travi a cassettoni: per ambienti moderni e di impatto
  • capriate in legno: si tratta di elementi incrociati di forma triangolare, per ambienti rustici

Le travi a vista bianche sono perfette praticamente in ogni ambiente: in cucina, soggiorno, camera da letto e bagno.

Come scegliere?

La scelta della tipologia di tetto in legno bianco dipende da diversi fattori, che hanno a che fare con lo stile di arredo interno e con il livello di luminosità dell’ambiente.

Spesso gli architetti usano il legno bianco quando hanno la necessità di aggiungere della luce all’ambiente o quando c’è bisogno di creare un effetto di maggiore altezza.

Vediamo i tre principali fattori di valutazione nella scelta di un tetto in legno bianco.

Luminosità della stanza

Un tetto in legno bianco aumenta decisamente la luminosità di un ambiente e della stessa casa, facendone risaltare la bellezza.

 

Quindi una stanza che non gode di molta luce naturale, può trarre notevole vantaggio da un tetto tinteggiato di un colore che per natura ha un forte potere illuminante.

 

In un ambiente con soffitto in legno bianco bisogna comunque valutare l’impatto che le fonti di luce possono avere sull’insieme nel suo complesso.

 

Per questo motivo, se il bianco porta tanta luce nella stanza, l’illuminazione artificiale deve essere sobria e non esagerata.

 

Stile dell’ambiente

Il tetto in legno bianco dà la sensazione di novità, luminosità ed eleganza in una casa giovane ed accogliente.

 

Il bianco è però un colore molto flessibile e adattabile, per questo motivo viene utilizzato sempre più frequentemente nelle coperture e nella realizzazione di solai in legno.

 

Proprio perchè un tetto in legno bianco si presta per diversi stili di interior design, si trova in tante case che però hanno arredamenti diversi.

 

Il bianco è infatti utilizzato in ambienti eleganti e raffinati, come richiede ad esempio lo stile provenzale o lo shabby chic, molto in voga negli ultimi anni.

 

Allo stesso tempo un soffitto con le travi a vista in legno bianco dà un tocco di calore a cucine più moderne, che hanno quindi la necessità di smorzare i toni dati da altri materiali come l’acciaio.

 

Infine è il colore principe di un ambiente in stile nordico, basato sul richiamo degli elementi naturali e sulla sensazione di purezza, come solo il bianco sa trasmettere.

 

Altezza delle pareti

Una stanza con soffitto basso si presta per installare travi a vista bianche, specialmente per una mansarda, che normalmente non è molto alta.

 

Per migliorare la resa visiva dello spazio di una mansarda dalle dimensioni ridotte, si può decidere di dipingere sia il tetto che le pareti nello stesso colore.

 

Le travi in legno, se chiare, sono in grado quindi di allungare visivamente le pareti, rendendo la stanza più alta.

 

Tuttavia, anche nel caso in cui il soffitto sia basso, bisogna saper dosare il tetto in legno bianco con l’illuminazione artificiale, perché le luci possono trovarsi all’altezza del viso: basterà prevedere un’illuminazione lineare, evitando faretti all’altezza degli occhi.

 

Allo stesso tempo, l’utilizzo delle strutture in legno per il tetto è un modo estetico per arredare ambienti molto ampi come i loft o gli open space.

 

Il bianco dà uniformità ma esalta allo stesso tempo eventuali travi a vista.

Sul resto dell’ambiente è possibile utilizzare altri colori, scuri o accesi, in quanto la grandezza della stanza e il bianco del tetto daranno già abbastanza luce.

 

Quanto costa fare un tetto in legno bianco?

 

Dal momento che i tempi di costruzione di un tetto in legno sono di circa trenta giorni (mentre altri materiali possono richiedere persino il doppio del tempo), questo ne comporta un risparmio economico importante e non solo di tempo.

 

I soffitti con travi in legno costano intorno ai 150-220 euro/mq, ma i prezzi cambiano da professionista a professionista.

 

Se invece è necessario solo l’intervento di tinteggiatura di un soffitto in legno preesistente, gli imbianchini professionisti hanno un costo per metro quadro.  Nel calcolo del prezzo finale considerano un coefficiente ipotetico di sviluppo metrico calcolando le misure delle travi.

 

Un tetto in legno bianco sfrutta da una parte il potere isolante, traspirante e eco compatibile del legno e dall’altro la luminosità del bianco.

 

Non basta però tinteggiare il soffitto di una stanza con il bianco.  Il legno richiede prodotti speciali e trattamenti che non compromettano la salute degli abitanti.

 

Il fai da te potrebbe quindi rivelarsi controproducente: è importante affidarsi a ditte serie ed esperte in materia.

 

Senza considerare che il tetto è una parte fondamentale della casa, da cui può dipendere la condizione e la stabilità dell’intera struttura abitativa.

About Author

You may also like

No Comment

Comments are closed.